• Eco di Bergamo
  • Tre Valli. Roberta Curiazzi: «Arrivi giornalieri e controllati e attenzione alla qualità»

    La freschezza nel segno del «made in Bergamo»


    Data: 06/04/2021

    Nell’anno della pandemia sono aumentati gli acquisti di ortofrutta anche e soprattutto nella Gdo. I motivi? La necessità di mangiare a casa per via delle restrizioni anti Covid ma anche le volontà dei consumatori di avvicinarsi a stili di vita più sani.

    Sani come la qualità dell’offerta di frutta e verdura – e non solo – che contraddistingue il supermercato Tre Valli di Villa d’Almè, il «primo supermercato aperto alla periferia della città dal 1975» come recita il sito del supermercato fondato da Mario Curiazzi e oggi guidato dalle figlie Roberta e Franca Curiazzi.

    «Ci conoscono come un supermercato ma siamo una grande bottega e il nostro punto di forza è la gestione familiare e l’attenzione particolare per la qualità e la freschezza dei prodotti, a cominciare dalla frutta e dalla verdura sempre fresche, con arrivi giornalieri e controllati - spiega Roberta -.

    In particolare selezioniamo le migliori carni bovine e suine allevate in Italia, sezionate e lavorate nella nostra macelleria da personale qualificato e nel rispetto dell’animal welfare. E per la salumeria proponiamo prodotti di prima qualità con certificazioni Dop, sempre rigorosamente italiani».

    Un «made in Italy» che va di pari passo con il «made in Bergamo ». Si privilegiano infatti prodotti nostrani come Ol codeghì e la Loanghina de la Bergamasca (ricetta Città dei Mille Sapori), conigli e pollame e il vasto assortimento di formaggi comprende i «gioielli» caseari della Valle Brembana come il Taleggio e il Branzi, ma anche altre specialità di capra e pecora. E ancora casoncelli fatti a mano, uova da galline allevate nel Bosco e una varietà di pane a basso impatto glicemico con farina intera proveniente da Branzi»